Lento scorre

Lento scorre

 

Ondeggiano al passare del tempo

le fronde dei vecchi salici

e rompono il silenzio del fiume

che lento scorre

tra gli occhi della mia città.

 

Riflesso di antichi cammini

profuma di storia

di antichi guerrieri

di leggende, trasportate dal vento.

 

“Ho visto donne

lavare panni e pudori

mentre uomini

masticavano tabacchi e paure.

 

Ho sentito lacrime

ricoprir le mie sponde

e musiche di strazianti dolori.

 

Ho accompagnato sorrisi

in cerca di festa

danzando nelle notti d’estate.”

 

A volte diventa color della terra,

si ingrossa, si arrabbia

e copre le barche che lo stanno a guardare

e poi

lento ritorna color del cielo

riprende il suo  viaggio

e tra gli scalini del vecchio palazzo

ritorna a riposare.

 

 

“Quanti passi ho udito

tra le mie verdi rive

quanti scalpitii nel volermi toccare

quanti battiti d’ali mi han potuto sfiorare,

 

ho coltivato stagioni

a tramandare ricordi

e custodito segreti

tra manciate di nebbia

 

… se solo le mie acque potessero parlare.”

 

E intanto lento scorre

silenzioso se ne va,

e silenzioso resta

ad incantare gli occhi della mia città.

 

di Annalisa Salvador

WP_20140419_002

 

 

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...