Poesia che vai, emozione che trovi

Nasco Poeta. Avevo raccolto pagine e pagine di pensieri nel corso degli anni, quelle emozioni, legate a periodi che mi hanno forgiato, sono diventate un volume con cui ho fatto capolino nel mondo dell’editoria. Da li poi sono cresciuta, e tanto, come persona e soprattutto come scrittrice. “Pettinavo bambole”, terzo libro pubblicato, raccoglie il mio cammino, una strada fatta di arcobaleni e temporali che voglio condividere con te, “Poesia che vai” ti coccolerà almeno un giorno la settimana e vedrai che diventerà un appuntamento a cui non rinuncerai.

Oggi ti regalo “Volevo toccare la luna”, prendi fiato e poi leggi, fai arrivare questi versi al cuore e trova un’emozione.

“Volevo toccare la luna” di Annalisa Salvador

Volevo toccare la luna,

da quaggiù sembra così bella

così perfetta, così radiosa.

 

La volevo sfiorare

magari solo per un momento

senza disturbare s’intende,

la volevo tenere per mano

come fa lei di notte

quando scende il buio,

si apposta

come un vigile guardiano

ed ascolta le nostre parole.

 

Noi sussurriamo

non vogliamo farci sentire,

ma l’eco della notte

gli fa giungere i nostri bisbigli.

 

La volevo toccare

per capire se è vera,

da quaggiù sembra così lontana,

eppure lo so che lei è vicina.

 

Basterebbe

allungare il cuore,

per poterla afferrare.

 

cropped-wood-3126542_960_720.jpg

 

 

 

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...